Dialogo con altre forze politiche…

…condividiamo diverse convinzioni!

Care concittadine, cari concittadini,

Domenica scorsa, attraverso il voto, avete espresso una chiara volontà di cambiamento. La nostra proposta politica, basata su un articolato programma e su candidati mai invischiati in precedenti esperienze di governo della città, ha riscosso un importante consenso, sia politico che personale. Sono stato, infatti, il candidato che ha raccolto il maggior numero di voti in più rispetto alla somma delle liste che lo hanno sostenuto.

Un risultato che mi inorgoglisce e al contempo mi investe di una grande responsabilità che mi ha imposto, sin dalla sera del voto, la necessità di dialogare con le altre forze politiche non coinvolte con le precedenti gestioni: “Bella Palestrina”, animata da Ludovico Rosicarelli e Lorella Federici e “Palestrina in comune” della candidata Cristiana Polucci.

Con esse, dalla lettura dei rispettivi programmi e dai propositi espressi in campagna elettorale, condividiamo diverse convinzioni: trasparenza amministrativa, democrazia partecipativa, etica comportamentale, rispetto dell’ambiente, sana gestione amministrativa, attenzione alle fasce sociali più deboli, arresto del consumo del suolo con un’edilizia abitativa a misura dei cittadini, fornendo i servizi primari nelle zone ancora sprovviste, e attenzione ad una sana imprenditoria locale che crei occupazione.

Obiettivi su cui abbiamo raggiunto un’intesa organica di apparentamento con la sola “Bella Palestrina”. Rispettiamo la decisione dell’altra ma il passaggio politico era obbligato: lo impone il corretto rapporto di trasparenza con gli elettori. Questo non significa che, in caso di mia affermazione, non sarà possibile avviare una futura collaborazione, tutt’altro.

Dalla parte del mio avversario politico, le urne hanno invece dimostrato quanto previsto e già annunciato: la selva di liste civiche, in svilimento della politica, sono state ideate a misura degli uomini più vicini in danno di candidati fatti “correre” con il solo scopo di far eleggere il proprio cerchio magico con una ricetta per Palestrina che purtroppo conosciamo tutti bene.

È con queste premesse che ti chiedo di darmi fiducia e condividere con noi l’entusiasmante marcia per il cambiamento che percorreremo nei prossimi giorni. E’ un’occasione unica e irripetibile per Palestrina di voltare pagina e scriverne, insieme, una nuova.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *